Efficienza energetica

By redazione | giugno 2, 2008

Attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica è possibile ridurre il consumo di combustibili per riscaldamento e diminuire l’inquinamento. Come effetto accessorio viene migliorata la qualità ed affidabilità della fornitura di energia elettrica.

Il miglioramento dell’efficienza energetica si può ottenere per tutti gli utilizzatori di energia, i principali dei quali sono gli edifici, che utilizzano l’energia per le esigenze di climatizzazione ambientale (sia riscaldamento invernale che raffrescamento estivo) ed attività produttive.
Ulteriori fronti di intervento riguardano tutti gli altri possibili utilizzi, come trasporti, motori elettrici, apparecchiature elettroniche.

La legislazione di tutti i paesi avanzati prevede incentivi per gli utilizzi efficienti dell’energia. In Italia gli interventi più recenti sono stati previsti dalla Finanziaria 2007, e attuati dai successivi decreti, in particolare il “pacchetto energia” di febbraio 2007, con il decreto sul Conto Energia, il decreto edifici ed il decreto motori.

La Legge Finanziaria 2007 (legge 27 dicembre 2006 n. 296, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”, pubblicata sul Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27/12/06), ai commi da 344 a 365, prevede incentivi per l’incremento dell’efficienza energetica degli edifici, delle apparecchiature elettriche e di illuminazione.
Gli incentivi sono assegnati sotto la forma di detrazione di imposta o deduzione dal reddito.

Le detrazioni di imposta sono del 55% in tre anni per le spese sostenute per la riqualificazione energetica di edifici esistenti, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, installazione di pannelli solari per produzione di acqua calda.

Per gli edifici nuovi, di volume superiore a 10.000 mc, la detrazione d’imposta del 55% spetta per gli extra costi sostenuti per il conseguimento dei valori di efficienza energetica previsti dalla legge.

Una detrazione d’imposta del 20% spetta per la sostituzione di frigoriferi e congelatori con apparecchia di classe almeno A+.
Per le attività del settore del commercio è prevista la deduzione del 36% dal reddito per la sostituzione delle apparecchiature di illuminazione con altre ad alta efficienza energetica e regolatori di luminosità.

Viene inoltre agevolato l’acquisto di (o la sostituzione di esistenti con) motori elettrici ad elevata efficienza, con la detrazione del 20%. La stessa detrazione è applicata all’acquisto di regolatori di velocità ad inverter.

Per gli edifici nuovi è inoltre previsto l’obbligo di installare pannelli fotovoltaici.

Lascia un commento

Nome:

E-Mail :

Website :

Commenti :